LETTERA ALLE ISTITUZIONI | Campidoglio 2, Parco Ostiense e comparto ERP C8 del piano di assetto Ostiense – Verifica standard urbanistici

Roma, li  10/11/2012

Prot. 006/2012

                                                                             Al Sindaco di Roma Dr. Gianni Alemanno

All’Assessore delle Politiche Urbanistiche

Al Dipartimento Programmazione e Attuazione

Al Presidente Municipio XI – Dr. Andrea Catarci 

Al Ministero dell’Ambiente

A LEGAMBIENTE LAZIO

Alla Procura della Repubblica

Al Quotidiano LA REPUBBLICA

                                                                                         Al Quotidiano IL MESSAGGERO 

Al Quotidiano IL TEMPO

                                                                                                     

OGGETTO:  Campidoglio 2, parco Ostiense e comparto ERP C8 del piano di assetto Ostiense Verifica standard urbanistici

Il comitato di quartiere Ostiense Garbatella, in relazione alla realizzazione del progetto denominato “Campidoglio 2” (mq. 134.700 tra p.za Giovanni da Verrazzano e la stazione Ostiense); nonché della costruzione di nuove abitazioni (per mc. 58.000 comparto ERPC8 del piano di assetto Ostiense come da delibera n. 23 del 29/3/2012) nel fazzoletto di terra tra via Capitan Bavastro e via Fernando Colombo, chiede di conoscere con quale lungimiranza, oculatezza e rispetto ambientale siano stati valutati i criteri per questi nuovi insediamenti.

Si ha netta la sensazione che, nello specifico, le istituzioni preposte abbiano ignorato e sottovalutato completamente l’impatto che questo progetto di decentramento avrebbe avuto nel territorio scelto, considerato che nella zona sono già presenti altri uffici pubblici – Ministero dell’Ambiente, uffici comunali, uffici della Regione, della Camera di Commercio, dell’Enasarco, del quotidiano la Repubblica, dell’Espresso, sedi di banche e, dulcis in fundo, Eataly, – tutto questo in un’area ristretta di poche centinaia di metri che dalla via Cristoforo Colombo arriva a via di Santa Galla.

Edificare per fare arrivare i previsti 4000/4500 impiegati  e centinaia di nuovi abitanti significa rendere la vita ai residenti, insostenibile, sia dal punto di vista della viabilità, dei parcheggi che ambientale.

Esiste, inoltre, nella zona un problema di stabilità per gli edifici già esistenti che nel tempo sono stati soggetti a importanti interventi di consolidamento ed attualmente sono oggetto di monitoraggio continuo. I residenti sono preoccupati che queste nuove costruzioni possano alterare il precario equilibrio raggiunto.

Per quanto sopra si chiede con forza un incontro urgente con le parti coinvolte per poter esporre con maggiore chiarezza le problematiche esistenti nel territorio e, a nostro avviso, non sufficientemente valutate.

Il Presidente

                                                                                                                 Simonetta Pintori 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: